La testimonianza di Pierlugi, presidente di Casa per la Pace Milano

“Nel 1972 il Parlamento italiano varava una legge che rendeva possibile in Italia il Servizio Civile in alternativo a quello militare in base al principio che il Paese potesse essere difeso anche senza l’uso delle armi per chi era Obiettore di Coscienza.

Questa legge era il risultato di una dura lotta costata anni di prigione militare agli Obbiettori del Partito Radicale e dei Testimoni di Geova.

Per scoraggiare i giovani a scegliere il Servizio Civile questo durava 20 mesi invece che 12 come accadeva a chi faceva il militare.

Nel 1975 eravamo in poche decine, mal visti e male organizzati.  Dopo vari controlli dei Carabinieri e della commissione la mia domanda fu accettata.

Ho vissuto 20 mesi fantastici prestando servizio in una Associazione di disabili: non solo assistenza per spingere carrozzine, abbiamo lottato per l’inserimento dei ragazzi in carrozzina nelle scuole, per l’abbattimento delle barriere architettoniche, per permettere ai disabili di andare in piscina o in pizzeria. Allora era una cosa strana …. non stava bene vedere questi “sfortunati ragazzi” in mezzo agli altri “normali!

Ora possiamo dire che abbiamo contribuito ad una vittoria, ma allora sembravamo dei matti. Adesso che ho quasi 63 anni e mi chiedo: lo rifaresti?

La risposta è sì.

Prova anche tu l’esperienza del Servizio Civile: darai tanto ma riceverai tantissimo!”

Share Button