“Il mondo ha bisogno di persone che lottino per la pace con la stessa intensità con cui altri si battono per la guerra”

M.K. Gandhi

 Le iscrizioni al viaggio in Israele e Palestina sono ancora aperte

Vedere con i propri occhi un conflitto complesso e difficile da capire attraverso i filtri dei media convenzionali. Un’esperienza formativa per l’estate 2017, 15 giorni di viaggio, di incontri e di ascolto. Modulo preiscrizione

“Riteniamo importante che a Milano esista un luogo aperto a tutti che possa essere un punto di riferimento stabile e visibile sui temi della nonviolenza, dell’antimilitarismo e dell’interculturalità. Tale luogo è per noi la Casa per la Pace.” [dalla “Carta della Casa per la Pace”] Dal 2001 Casa per la Pace lavora sulla nonviolenza, il disarmo,i diritti umani, l’intercultura, la gestione positiva dei conflitti e la giustizia sociale. Questo non sarebbe possibile senza l’impegno dei volontari che tutti i giorni portano avanti progetti concreti perché questo sogno di un mondo diverso sia sempre più reale e vicino.

  • Centro Documentazione aperto al pubblico con oltre 1500 titoli
  • Percorsi formativi con metodo partecipativo per adulti e per bambini (in ambito scolastico), su argomenti quali la gestione positiva dei conflitti, l’intercultura, la gestione del gruppo, il bullismo, educazione alla legalità, i diritti dei migranti in Italia…
  • Corsi e interventi di Teatro dell’Oppresso
  • Scuola di italiano per donne straniere
  • Partecipazione a campagne su disarmo e nonviolenza come quella per l’ Obiezione alle Spese Militari
  • Laboratori e attività di decrescita, riciclo e autoproduzione
  • Attività di conoscenza e di controinformazione sul conflitto tra Israele e Palestina
  • Giustizia e coesione sociale
  • Diritti umani
  • Gestione condivisa del conflitto e del potere
  • Stili di vita sostenibili
  • Intercultura
  • Legalità
  • Cittadinanza attiva e partecipazione
  • Difesa nonviolenta e disarmo
  • Aprendimento cooperativo
  • Disobbedienza civile
2016-12-05 Gli altri siamo noi, compie 20 la mostra vista da 195mila studenti2017-06-13 A Milano si lavora sempre Sì sopratutto in cascina

“Riteniamo importante che a Milano esista un luogo aperto a tutti che possa essere un punto di riferimento stabile e visibile sui temi della nonviolenza, dell’antimilitarismo e dell’interculturalità. Tale luogo è per noi la Casa per la Pace.” [dalla “Carta della Casa per la Pace”] Dal 2001 Casa per la Pace lavora sulla nonviolenza, il disarmo,i diritti umani, l’intercultura, la gestione positiva dei conflitti e la giustizia sociale. Questo non sarebbe possibile senza l’impegno dei volontari che tutti i giorni portano avanti progetti concreti perché questo sogno di un mondo diverso sia sempre più reale e vicino.

  • Centro Documentazione aperto al pubblico con oltre 1500 titoli
  • Percorsi formativi con metodo partecipativo per adulti e per bambini (in ambito scolastico), su argomenti quali la gestione positiva dei conflitti, l’intercultura, la gestione del gruppo, il bullismo, educazione alla legalità, i diritti dei migranti in Italia…
  • Corsi e interventi di Teatro dell’Oppresso
  • Scuola di italiano per donne straniere
  • Partecipazione a campagne su disarmo e nonviolenza come quella per l’ Obiezione alle Spese Militari
  • Laboratori e attività di decrescita, riciclo e autoproduzione
  • Attività di conoscenza e di controinformazione sul conflitto tra Israele e Palestina
  • Giustizia e coesione sociale
  • Diritti umani
  • Gestione condivisa del conflitto e del potere
  • Stili di vita sostenibili
  • Intercultura
  • Legalità
  • Cittadinanza attiva e partecipazione
  • Difesa nonviolenta e disarmo
  • Aprendimento cooperativo
  • Disobbedienza civile

Teatro dell’Oppresso contro l’omofobia

In Ca’Pacis, il gruppo di Teatro dell’Oppresso di Casa per la Pace, sta creando un forum teatrale sulla discriminazione che educatori, educatrici e insegnanti omosessuali subiscono. Vogliamo approfondire il contesto e le oppressioni che vivono quotidianamente queste persone, quale cultura venga diffusa sul genere e sull’orientamento sessuale in diversi contesti educativi e in che modo potrebbero trasformarsi queste realtà.

Se sei una associazione, una scuola, un comitato informale…  interessato a queste tematiche e ti piacerebbe ospitare il nostro spettacolo di teatro forum tra giugno e luglio, contattaci su tdo@casaperlapacemilano.it

Dimenticherai di essere a Milano

Campo di lavoro e di formazione

Dal 14 al 16 luglio. Presso la cascina Sant’Ambrogio

  • Tre giorni di campo di lavoro di formazione per giovani e adulti.
  • Le mattine si lavora nella cascina (orto e giardinaggio, murales, cucina, lavori manuali in cascina).
  • Nel pomeriggio momenti di formazione sulla gestione nonviolenta dei conflitti interculturali
  • La sera: festa con musica, aperta al quartiere, con pazienti di una comunità psichiatrica di Milano (CRM).
  • I partecipanti,  dormiranno e mangeranno presso la cascina (cucina e pulizie saranno gestite in modo autogestito dagli stessi volontari).

leggi tutto…

Vorresti una bomboniera nonviolenta?

“Il mezzo può essere paragonato a un seme, il fine a un albero; e tra il mezzo e il fine vi è appunto la stessa inviolabile relazione che vi è tra il seme e l’albero.” (Gandhi)

La nonviolenza è un seme di pace, che va coltivato con amore, pazienza e lentezza, ma che alla fine  fa crescere la stessa pace che l’ha generata.

leggi tutto…

Percorso formativo per docenti: Teatro dell’Oppresso, strumento didattico per la gestione dei conflitti

19 e 21 giugno dalle 9:00 alle 13:30 oppure 6 e 8 settembre dalle 14:30 alle 19:00
8 ore per introdurre il TdO, mettendo al centro il contesto “scuola” che porteranno i partecipanti.
Usare il linguaggio teatrale e le competenze simboliche,per avviare processi di analisi e trasformazione dei conflitti quotidiani. Contributo 20€+ tessera associativa.

Modulo di iscrizione

Programma

leggi tutto…

LE NOSTRE ATTIVITÀ

Cosa abbiamo fatto ultimamente?

Iscriviti per vedere cosa faremo

Seguici sui Social Media